Vittime di incidenti e familiari Gestione traumi psicologici di sopravvissuti e familiari

 

INTERVENTO SULLE VITTIME SOPRAVVISSUTE ALL’INCIDENTE STRADALE E I SUOI FAMILIARI

Gli inevitabili traumi di carattere psicologico che caratterizzano i soggetti sopravvissuti a gravi incidenti e i loro familiari sono affrontati con moderne metodiche terapeutiche (psicoterapia EMDR). Tutti i soggetti nella quotidianità sono esposti all’eventualità di sperimentare traumi psicologici, alcuni dei quali (derivanti da calamità naturali, incidenti stradali, aggressioni, stupri, omicidi o suicidi di persone care, diagnosi infauste) rappresentano ferite importanti che minacciano la piena integrità della persona.

Quando un trauma rimane irrisolto alimenta un circolo vizioso di pensieri, emozioni e sensazioni corporee disturbanti. L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un trattamento psicoterapeutico ideato in America nel 1989 e presenta numerosi aspetti vincenti, quali la rapidità di intervento e la possibilità di applicazione a persone di qualunque età, compresi i bambini. In seguito a una psicoterapia con EMDR il soggetto rafforza la sua autostima, è più equilibrato sul senso del sé, ha più fiducia nelle sue capacità e nel suo valore come persona. Gli eventi traumatici perdono così l’iniziale impatto emotivo per venire trasformati in una risorsa positiva. Dopo un trauma o uno stress grave, con la terapia EMDR si acquista la consapevolezza che ciò che è successo non si può cambiare, ma il ricordo può essere trasformato liberando risorse preziose per la guarigione e il benessere dell’individuo e della comunità.