Il problema sicurezza

jpg 1

 

  • L’Italia non fa eccezione, dato che il nostro paese è da alcuni anni ai vertici assoluti in Europa per il problema incidentalità, con il primato dei morti su strada (3.753 nel 2012, 3.385 nel 2013) e con il maggior tasso di mortalità sia per milione di abitanti che per km2 tra i principali stati europei.

 

    • La causa principale del fenomeno è costituita per il 90% dai cattivi comportamenti dell’utente in strada e il contesto più critico è rappresentata dal comparto urbano, caratterizzato dalla presenza del 75% degli incidenti, del 75% circa dei feriti complessivi, da quasi il 50% della mortalità complessiva e dal 65% dei costi sociali complessivi.

jpg2

  • Gli unici soggetti che per vicinanza, struttura, funzione e livello di autonomia sono potenzialmente in grado di interagire sistematicamente e capillarmente con gli utenti sulle strade urbane sono gli Enti Locali.

 

 

  • Ma è un percorso estremamente difficoltoso: i problemi contingenti di varia natura (economici, burocratici, di organico), il quadro normativo sempre più confuso e garantista, il clima di forte polemica e sfiducia nei confronti dell’azione di contrasto alle infrazioni, frenano in modo decisivo l’azione virtuosa dei Comuni.

 

jp3